Non è detto che fermarsi non è continuare…

E’ da qualche giorno che rimugino su questa frase. L’ho sentita durante la discussione di una tesi di laurea ed ho pensato di poterla fare mia. Che bello è stato vedere tanti ragazzi che studiano e fanno cose “da grandi”, vedere il nostro futuro con la tristezza di non sapere se ci sarà un futuro. Sono tempi cupi, per tanti, ma non per tutti. I nostri figli dovranno lavorare duro per vivere, lavorare e moltiplicarsi. In Italia c’è posto per pochi, e purtroppo “pochi” è già completo. Tornando alla frase l’ho fatta mia perchè mi sono, mi hanno, fermata. Ma sono su un trampolino da cui voglio ripartire e non è detto che la ripartenza non sia migliore.

Oggi parto da qui. Parto da una passione che da sempre mi porto dentro. Passione troppo comune certamente, ormai scrivono tutti, compresi calciatori, veline e cantanti …. anche se di quest’ultima categoria ho certamente un’ottima opinione, come nel caso di Ivano Fossati, con il suo primo libro 335 ( in corso di lettura… vi dirò alla fine).

Forse dovrei presentarmi, ma ciò influenzerebbe l’immaginazione catalogando  le mie informazioni in schemi precostituiti. Una cosa la voglio dire e sottolineare…. la memoria ogni tanto mi fa difetto…e quando ciò succederà andrò avanti comunque con lo scritto… magari mettendo un segno (facciamo un asterisco?) e se qualcuno vorrà darmi un piccolo aiutino sarà molto gradito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...