Caro amico

Caro amico (passami il termine anche se così non è) oggi sto proprio male. Quel male fisico e mentale come quando ti passa sopra un camion, immagino tu conosca la sensazione. Sulla mia testa oggi potresti cuocerci le uova, o scaldare l’acqua per il thè. Aspettavo questo momento sperando non arrivasse mai, sperando che fossero solo paure mie come qualcuno sosteneva.
E invece le mie paure sono diventate realtà, licenziamento.. in tronco. Sono stata chiamata ad un ruolo molto più importante… salvare l’Associazione… che con il mio stipendio, che non pagherà più, potrà risanare le sorti di un bilancio negativo, ormai già da qualche anno, a causa degli “incauti” sperperi perpetrati ( non so se va bene, ma io mi sono capita) degli ultimi dieci anni.
E quindi, caro amico, che sai che scrivo solo quando sto male, chissà quanti dovrai leggerne di post..
Ma voglio finire con una speranza… la speranza che esista un portone che si aprirà dato che si è chiusa una porta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...